Calura Estiva

Come affrontare la calura estiva

Donatella Guarducci, Naturopata

Donatella Guarducci Naturopata

Siamo nel Mese del Sole, il 21 giugnosolstizio d'estate l’asse terrestre presenta un’inclinazione tale da garantire la massima durata di luce nell’arco della giornata.

Per la festa di San Giovanni, la notte del 24 giugno anticamente si celebravano dei riti di purificazione per liberare i reni e il sistema circolatorio linfatico dagli scarti della prima parte dell’anno.

Si bevevano tisane depurative e diuretiche e ci si lavava con la rugiada.

Per la medicina cinese i reni sono i Signori delle Acque, perché governano i liquidi interni e la circolazione degli stessi, regolano la filtrazione del sangue e insieme al sistema linfatico ci garantiscono un corpo in salute.

bere acquaI reni devono essere trattati come se fossero dei muscoli, perciò vanno tenuti in allenamento bevendo molta acqua.

Con l’avvicinarsi dell’estate saranno costretti a un super lavoro che farà raddoppiare o triplicare la loro attività. Liberano il sangue dagli scarti tramite le urine e quando fa caldo, se non c’è un apporto sufficiente di acqua, i reni si spremono per garantire un flusso normale di liquidi.

Inoltre dobbiamo sapere che i reni sono sede di riserve di energia; così se a giugno-luglio ci sentiamo stanchi e spossati potrebbe essere a causa delle troppe tossine che il corpo non riesce a eliminare.

affaticamentoUn surplus di tossine che si depositano nei tessuti porta a maggiore stanchezza perciò serve depurare l’organismo attivando la diuresi: aggiungendo alla quantità di acqua giornaliera consigliata (tra 1,5 e 2,5 litri a seconda della corporatura e della temperatura esterna) un drenante di buona qualità, si accelera la disintossicazione, la riattivazione dei reni e il recupero dell’energia.

In questo periodo poi si arranca un po’ con il lavoro e gli impegni, le ferie sono come un miraggio che si allontana e siamo costretti a resistere ancora prima di concederci il meritato riposo.

In questo sprint finale l’organismo brucia molto magnesio, facilmente ne va in carenza, e quindi necessita di una buona integrazione per evitare stanchezza, affaticamento e crampi.

magnesio e vitaminePer affrontare i primi caldi e la perdita di sali minerali per sudorazione eccessiva che possono portare a eccessiva stanchezza e cali di pressione è quindi utile un’integrazione di Magnesio e/o di un Complesso di Sali minerali e vitamina C come quello presente in alcune bevande isotoniche.

intestinoAnche l’intestino è un organo da proteggere durante i mesi estivi, infatti oltre il 20% degli Italiani ogni anno soffre di disturbi intestinali per l’arrivo del caldo, il cambio di alimentazione, l’aria condizionata, l’abuso di bevande ghiacciate e l’assunzione di cibi mal conservati  che mettono a dura prova il tratto digerente, soprattutto il colon.

La salute dell’intestino va salvaguardata proteggendo e sostenendo la flora batterica intestinale, soprattutto quando fa caldo o si va in vacanza in paesi dove l’igiene non è garantita e l’alimentazione diversa da quella abituale.

fermenti latticiIl consiglio è quello di integrare con dei buoni Fermenti Lattici composti da più ceppi di fermenti vivi per rigenerare la flora batterica di tutti i tratti intestinali.

Meglio assumerli già da giugno e comunque almeno 10 giorni prima di mettersi in viaggio, proseguendo dopo il rientro per altri 15 giorni.

Infine con l’arrivo del caldo estivo per alcuni soggetti è facile accusare disturbi alle gambe: senso di pesantezza, tendenza al gonfiore delle caviglie, indolenzimento, formicolio. Una situazione piuttosto comune, specie per chi trascorre per lavoro molte ore in piedi.

Questi disturbi solo raramente sintomi di malattia, possono essere ben controllati e solitamente scompaiono con la fine della stagione estiva.

Talvolta, tuttavia, possono essere un segnale di leggera insufficienza venosa.

In tal caso è consigliabile utilizzare estratti di foglie di vite rossa, meliloto, buccia di uva rossa e foglie di oliva per uso interno e, per dare sollievo immediato e alleviare il senso di pesantezza alle gambe, si può applicare sulle gambe alla sera un gel a base di sostanze venotrope e rinfrescanti quali equiseto, ippocastano, centella, rusco, mirtillo nero.

Contatti e Informazioni

Comunicazione

Se ti interessa approfondire l’argomento, o sottopormi una problematica specifica,

  • telefonami o inviami un sms al numero 3400823205;
  • contattami impiegando il modulo di contatto presente qui a lato.

Donatella Guarducci

Naturopatia, Theta Healing

Modulo di Contatto

Foto di: AA.VV. in Pixabay. Immagini ed elaborazioni grafiche di M. Ferrante

Allergie Primaverili

Allergie primaverili? Aiutiamoci con l’alimentazione!

Allergie Primaverili
Donatella Guarducci, Naturopata

Donatella Guarducci Naturopata

Eccoci in Aprile e, come dice il nome derivato dal latino aperire (aprire), è il periodo in cui si “schiudono” piante e fiori e i pollini sono al loro massimo livello di diffusione per molte delle piante a cui gli allergici sono particolarmente sensibili.

L’agente scatenante è il polline, il seme maschile dei fiori: la reazione scatena un’infiammazione delle mucose del cavo oronasale con la comparsa di rinite allergica e secrezione di tipo acquoso, congiuntivite e fastidio alla luce, tosse secca soprattutto la notte, asma e bronchiti.

Allergie da graminacee, nocciolo e carpino sono le più frequenti in questo mese, ma anche altre piante si aggiungono a complicare la vita delle persone.

L’allergia è una reazione spropositata dell’organismo dovuta alla produzione di anticorpi (IgE) contro sostanze innocue per una persona in equilibrio, come polvere, acari, peli di animali, pollini ecc.

Le IgE reagiscono con delle cellule presenti nella mucosa del naso liberando istamina responsabile delle manifestazioni allergiche.

Si conta che attualmente le allergie affliggano circa il 50% della popolazione a fronte di un valore stimato attorno al 7% all’inizio del secolo scorso.

sistema immunitario

Sicuramente molte sono le concause, dalla qualità dell’aria alla qualità del cibo, senza dimenticare l’abuso di antibiotici e vaccini che indeboliscono il Sistema Immunitario.

Per sostenere il Sistema Immunitario e risolvere efficacemente le problematiche da allergie utilizzando integratori naturali, oltre al classico Ribes Nigrum, ci si può rivolgere alla Micoterapia, facendosi consigliare da un esperto del settore se utilizzare funghi specifici o miscele di estratti.

Inoltre, affrontando il problema secondo il punto di vista della Medicina Tradizionale Cinese, possiamo ottenere una remissione dei sintomi più fastidiosi aiutandoci con l’alimentazione.

Infatti in M.T.C.  le allergie sono espressione di un eccesso di “energia disperdente” che si è accumulata e concentrata nella parte alta del corpo, creando un ambiente ipersensibile nelle mucose del sistema respiratorio e negli occhi, che provoca una risposta eccessiva allo stimolo dei pollini presenti nell’aria.

Il suggerimento è quindi quello di ridurre durante il periodo primaverile, anche se sarebbe stato meglio aver cominciato un mese prima, tutti gli alimenti che hanno lo stesso tipo di “energia disperdente” aumentando il consumo di alimenti energeticamente più equilibrati.

Nello specifico sono da eliminare i latticini, soprattutto se freddi come gelati e yogurt, gli zuccheri e i prodotti tropicali (frutta, cacao e caffè soprattutto se abbinati a latte e zucchero).

Bisogna poi prestare attenzione a pomodori, oli e latti vegetali, ma solo se utilizzati crudi: cotti non hanno lo stesso effetto.

E’ utile invece consumare cereali che aiutano ad asciugare il corpo, come riso integrale lungo e miglio, accompagnati da verdure dolci, come zucca, carote e cavoli.

Provate, la diminuzione della fastidiosa sintomatologia è assicurata!

Contatti e Informazioni

Comunicazione

Se ti interessa approfondire l’argomento, o sottopormi una problematica specifica,

  • telefonami o inviami un sms al numero 3400823205;
  • contattami impiegando il modulo di contatto presente qui a lato.

Donatella Guarducci

Naturopatia, Theta Healing

Modulo di Contatto

Foto di: Autori vari in Pixabay. Immagini ed elaborazioni grafiche di M. Ferrante

fiori ghiacciati

Da Inverno a Primavera

Suggerimenti per un buon cambio di stagione

fiori ghiacciati

Donatella Guarducci, Naturopata

Donatella Guarducci, Naturopata

Ecco arrivare il cambio di stagione: in questo caso, stiamo passando dalla stagione invernale a quella primaverile, anche se questa pare stia tardando un po’ a manifestarsi.

A seguire trovate, grazie alla nostra ottima naturopata, Donatella Guarducci, le risposte ad alcune domande che sorgono spontanee in questi momenti di passaggio stagionale, in cui si desidera agevolare tale passaggio nel modo più semplice e naturale possibile.

Come possiamo agevolare l’adattamento al cambio di stagione utilizzando l’alimentazione?

Siamo alla fine dell’inverno e il nostro corpo è un po’ stanco di combattere il freddo. Gli organi che più soffrono le temperature invernali sono i reni, sede di energia e vitalità, che svolgono un ruolo importante nel sostegno del sistema immunitario e non vedono l’ora che faccia un po’ più caldo per potersi riposare e riprendersi.

Gli alimenti che disturbano maggiormente il corretto funzionamento dei reni, e che quindi dovrebbero essere eliminati nei periodi freddi, sono i cibi che raffreddano il corpo disperdendo energia come caffè, cioccolato, alcolici, spezie, gelati e yogurt, frutta tropicale e zuccheri in generale.

Quindi come dobbiamo mangiare in questo periodo?

Premesso che uno dei principi fondamentali che guidano l’uso del cibo per  mantenersi in buona salute è mangiare in armonia con le stagioni, per creare un equilibrio dinamico tra ambiente interno e ambiente esterno al nostro corpo è necessario che, quando fa freddo e umido nell’ambiente esterno, il nostro corpo generi calore per asciugare e mantenere una temperatura costante all’interno e viceversa.

Esattamente come volendo mantenere una stanza alla temperatura costante di 20° è necessario riscaldarla in inverno e raffrescarla in estate, in questo momento di passaggio dall’inverno alla primavera dovremo gradualmente passare da un’alimentazione che crea calore (zuppe, stufati, verdure e frutta cotta, cibi di origine animale) ad un’alimentazione più leggera e fresca che aiuti a disperdere il calore interno accumulato, aumentando frutta e verdure crude e riducendo prodotti da forno e cibi di origine animale.

Ottimale sarebbe:

ridurre a qualche assunzione alla settimana, i latticini, le proteine animali e gli insaccati, dando la preferenza a proteine vegetali come legumi, tofu e al pesce come proteina animale;

aumentare il consumo di verdure a foglia verde,  come cime di rapa e broccoli, germogli e insalate, legumi come lenticchie e piselli e verdure amare come il tarassaco e rucola;

preferire cereali come orzo, avena e frumento;

Inoltre la cottura del cibo dovrà passare da quella prolungata di minestre e zuppe nelle giornate più fredde, alla cottura stufata per breve tempo e saltata in padella per mantenere le verdure croccanti, fino a inserire verdure crude e germogli di legumi nelle insalate.

Importante è farlo gradualmente e non lasciarsi ingannare dai primi caldi, perché la percezione corporea della temperatura è soggettiva e ingannevole e sicuramente le giornate calde si alterneranno a giornate più fredde e piovose. L’eccesso di gelati, frutta (in particolare le banane) e dolci è causa dei più comuni problemi di salute primaverili, raffreddori e tonsilliti, che spesso sono solo un tentativo del corpo di riportarsi in equilibrio eliminando il freddo-umido interno nelle fredde giornate di pioggia.

Quindi dobbiamo alleggerire abbigliamento e alimentazione, ma non troppo velocemente!

Immagini elaborate da originali pubblicati in Unsplash (verdure, foto di Dan Gold) e Pixabay (fiori ghiacciati)

Contatti e Informazioni

Comunicazione

Se ti interessa approfondire l’argomento, o sottopormi una problematica specifica,

  • telefonami o inviami un sms al numero 3400823205;
  • contattami impiegando il modulo di contatto presente qui a lato.

Donatella Guarducci

Naturopatia, Theta Healing

Modulo di Contatto

Lasciarsi l'inverno alle spalle

L’Inverno alle spalle

Lasciati finalmente alle spalle l’inverno e riparti alla grande!

Lasciarsi l'inverno alle spalle

Donatella Guarducci, Naturopata

Donatella Guarducci, Naturopata

La stagione fredda ti ha tolto energie e voglia di fare? Dopo l’influenza sei spossato, sotto tono e la convalescenza sembra non finire mai?

adulto stressato

Se vuoi posso aiutarti nella scelta di un buon multivitaminico per contrastare il senso di stanchezza e di affaticamento tipici della convalescenza e dei primi caldi primaverili.

Impegni di studio

In ogni caso, sia che il destinatario sia un adulto stressato, un anziano o un bambino/ ragazzo sottoposto agli sforzi fisici e mentali di medio e/o fine anno scolastico (prove, esami, saggi e gare sempre più impegnativi), il prodotto scelto dovrebbe avere tra gli ingredienti:

sistema immunitario

vitamina C che stimola le difese immunitarie e protegge le cellule dallo stress ossidativo;

energia mentalevitamine del gruppo B necessarie per il buon funzionamento del metabolismo, per mantenere una buona attività mentale e produrre più energia. In particolare contiene vitamine B6 e B12 che contribuiscono alla riduzione di stanchezza e affaticamento e sono essenziali per le funzioni mentali ed endocrine;

metabolismo e nova energiamagnesio, sale minerale essenziale per il buon funzionamento di tutto l’organismo in quanto aiuta il corretto assorbimento degli altri sali minerali e delle vitamine, preservando così ossa e denti.
Ottimo sostegno delle funzionalità del sistema nervoso, aiuta a combattere ansia e nervosismo oltre a mantenere una normale funzione muscolare prevenendo crampi e problematiche al muscolo cardiaco.

Se ti interessa approfondire l’argomento o sottopormi una problematica specifica puoi telefonarmi o inviarmi un sms al numero 3400823205, oppure scrivermi una email impiegando il modulo di contatto presente qui sotto.

Foto di: Ben White in Unsplash, AA.VV. in Pixabay. Immagini ed elaborazioni grafiche di M. Ferrante

Contatti e Informazioni

Comunicazione

Se ti interessa approfondire l’argomento, o sottopormi una problematica specifica,

  • telefonami o inviami un sms al numero 3400823205;
  • contattami impiegando il modulo di contatto presente qui a lato.

Donatella Guarducci

Naturopatia, Theta Healing

Modulo di Contatto